Cronache di Varzo – I

Autore:

10,00

La prima parte della raccolta delle cronache di Varzo: dal 1895 al 1918

Descrizione

La storia delle popolazioni delle alpi di Varzo fa parte delle Cronache a cura di Umberto De Petri. Estratti dai giornali dell’epoca i fatti più significativi, De Petri li raccoglie per dare un quadro completo della vita di tutti i giorni. I valligiani si muovono tra matrimoni, funerali, disgrazie, eventi festivi. Ne emerge il ritratto fedele di come erano e come vivevano.

Nell”intervista di Lisanna Cuccini a Umberto De Petri e a Maria Vittoria Gennari, si parla di Varzo e delle Cronache dei paesi Ossolani.

Le Cronache di Varzo in tre volumi

Dal 1895 al 1918

Un altro interessante volume della Collana “Ritagli”, dove De Petri raccoglie le cronache dei principali giornali ossolani riguardanti l’importante cittadina di Varzo.
In questo I° volume della storia delle popolazioni delle alpi di Varzo la ricerca di De Petri si ferma al 1918, partendo da fine 19° secolo. Rimanda a due nuove raccolte il proseguimento delle cronache. Il II volume dal ’19 al ’45, il III dal ’45 al ’70

La storia di queste parti del VCO (Verbano-Cusio-Ossola) è storia vera, di accadimenti che superano i confini angusti della Valle dove la bella cittadina si distende divisa in innumeri frazioni. Non mancano le note più prettamente locali: nascite, nozze, funerali, piccoli o grandi furti, eccetera.
Per inciso ricordiamo che in questo periodo e proprio a pochi chilometri da Varzo è stato realizzato il traforo del Sempione.

Lettura e sguardo alle immagini dell’epoca

costumi delle popolazioni di varzoLe foto d’epoca sono fornite da Roberto Fava Beda e da altri collezionisti. Si tratta di immagini d’epoca, talune con i segni evidenti del tanto tempo trascorso. Tutte sono rivestite dalla patina del ricordo perduto.

Si può leggere dall’inizio alla fine, oppure ricercando l’annata di interesse, oppure l’occorrenza di parole chiave nel testo.

Formato: epub con immagini (4,1 MB). 376 pagine

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This