La collezione De Micheli

Autore:

9,00

Peripezie della donazione

Descrizione

Mario e Ada De Micheli

Patrizia Comand,
Ritratto di Ada e Mario De Micheli,
1995

Mario De Micheli, è stato uno dei più esimi e qualificati critici d’arte del ‘900. Durante la sua prestigiosa carriera ha incontrato i maggiori artisti, intrattenendo rapporti di amicizia o stima reciprioca. Ha anche insegnato alla facoltà di Architettura del Politecnuico di Milano.

Non dimentichiamo la sua militanza nella Resistenza, durante la quale ha salvato, con la moglie Ada, numerosi ebrei che cercavano la fuga. Per questa sua opera è stato insignito dallo Stato di Israele del prestigioso riconoscrimento di Giusto tra le genti.

Al termine della prestigiosa carriera, il suo lascito annoverava opere di pittori importanti, sculture, un carteggio immenso di lettere e note critiche.

Tutto questo materiale, il figlio Gioxe con la sorella Anna hanno donato al Comune di Trezzo. Da qui nascono le peripezie della Collezione, fino al collocamento attuale.
ULTIMA EDIZIONE. Contiene gli ultimi eventi con lo spostamento della Biblioteca a Segrate.

L’arte nel ‘900

Un personaggio di grande statura

Mario De Micheli ha lasciato opere di grande rilievo. Famosissimo il suo libro di Storia dell’Arte “Le avanguardie artistiche del ‘900” adottato per l’insegnamento in diverse accademie e riferimento per gli appassionati e gli studiosi.
Una vita da militante del Partito Comunista, al quale non ha fatto mancare le sue critiche per atteggiamenti non condivisi.
Ligure di nascita, ha vissuto tra Milano e Trezzo sull’Adda, cittadina lombarda dove era nata la madre. Qui il Comune gli aveva riservato una palazzina all’interno del parco del Castello. De Micheli aveva perciò indicato ai figli dove avrebbero dovuto destinare il suo lascito artistico e di vita.

La Collezione si sistema

Così avvenne e i figli Gioxe ed Anna crearono con il Comune di Trezzo la Biblioteca e la Collezione di Mario ed Ada De Micheli.
Purtroppo per la dinazione, cambiata la Giunta, non fu ritenuto di dar seguito all’opera di raccolta ed esposizione. Il rischio concreto era d vedere questo patrimonio, culturalmente importantissimo, finire in uno scantinato. Si apre pertanto, nel corso del 2010, una diatriba, tra gli eredi De Micheli ed il Comune.
libro aperto con penna rossaGioxe fonda con altri volonterosi, tra cui l’ex Assessore alla Cultura Maria Luisa Pesenti, l’associazione Arte a Trezzo. Con essa si riesce finalmente a dare degna collocazione alla Donazione. Dapprima trova ostello presso la Biblioteca di Via Senato a Milano. Approda infine nel Comune di Segrate, dove si trova tiuttora a disposizione del pubblico.

Una vicenda intricata

Gioxe De Micheli è artista ed intellettuale. A lui si deve la raccolta di poesie del trecento di Bonario da Sassoforte.

Spada ha raccolto dalla voce di Gioxe le principali tappe della vicenda. Le ha quindi messe insieme, descrivendo i fatti accaduti con fedeltà storica. Non manca una punta di ironia, alla quale si prestavano alcuni personaggi chiave. Prevale tuttavia il distacco di una libera cronaca.
Il testo è corredato da immagini e filmati. Tra gli altri, alcuni interventi durante il Convegno commemorativo di Mario De Micheli. Tra questi l’intervento di Marianna De Micheli, attrice, nipote di Mario.

 

Formato: epub3 (267 Kb) e pdf multimediale (174 Mb). Pagine: 74.
Per fruire dei numerosi inserti video del file epub, bisogna essere online.
Il libro è anche in formato ibooks, per essere letto su iPad e iPhone: acquistalo su iTunes o con iBooks.

Trova i contributi all’arte nel catalogo Mnamon

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This