La Democrazia è morta

Autori: , , , ,

2,50

Processo preterintenzionale alla Democrazia

Descrizione

Che cos’è la democrazia oggi? Cinque persone cercano la risposta a questa suggestiva ed importante domanda. Persone che hanno un ruolo nella società. Uno è medico, un altro uno scrittore, tutti intellettuali che si pongono domande. Che sono: cos’è la democrazia? Perché la gente non vota? Da dove arriva la crisi delle istituzioni? La democrazia rappresentativa è morta? Infine, quale sarà il governo del futuro?
Le risposte in questo processo alla democrazia ed alle sue storture.

Le ragioni del ripiegamento democratico

Dove stanno le colpe?

festa nel giorno delle elezioniIo credo che se la democrazia è morta non è per colpa dei partiti, dei cittadini indifferenti, delle costituzioni imperfette, dei corrotti o delle lobbies. Io credo che la democrazia è morta perché non poteva essere altrimenti, perché contiene in sé stessa il germe dell’autodistruzione.
C’è una ragione molto profonda che è alla radice del fallimento inesorabile del sistema chiamato democrazia.
Non ci credete, eppure ritengo che sia proprio così. Non sono le ragioni esterne alla democrazia a tradirla ma al contrario è la democrazia – per definizione – a non poter soddisfare i bisogni delle persone. E con questo breve pamphlet cercherò di dimostrarvelo.

Giuseppe De Renzi

Possibili evoluzioni

Gli autori non si adattano alla semplice constatazione della morte o, comunque, della grave malattia in cui versa la democrazia partecipativa. Dopo aver approfondito che cos’è la democrazia oggi, si chiedono, in un capitolo decisamente interessante, quale sarà la forma di governo del futuro. Un futuro non lontano, del quale preoccuparsi da subito. Democrazia e potere invisibile, che in essa si annida, sono le erinni da fronteggiare.

Tutto passa e anche la democrazia, che si credeva il sistema più perfetto al mondo, passerà. Nei secoli si sono succeduti molti tipi di ordinamenti sociali, che andavano bene per quell’epoca, e quando non servivano più venivano sostituiti più o meno violentemente con altri. Pensate che avvenisse perché fossero imperfetti? No! Erano solo ormai inadeguati. Come lo è ora la nostra democrazia. La spinta evolutiva delle società ormai globalizzate, interconnesse e interdipendenti chiede al mondo nuove forme di governo. La democrazia ha processi decisionali troppo lenti e ormai troppo corrotti e sarà in breve spazzata via.
Bisognerà arrivare ad un mondo dove anche le minoranze – non soltanto le maggioranze – siano considerate valide, potendo quindi rovesciare la piramide decisionale, e anche una sola persona, portatrice di una novità utile a tutti gli altri, possa essere capace di esprimere una nuova “legge”! Bisognerà arrivare…”

Il libro è scritto a più mani, da: Alfonso Artone, Giuseppe De Renzi (che ha anche coordinato il lavoro degli altri autori), Marco Tarantino, Massimo Penitenti, Maurizio Cassinari. Le illustrazioni sono di Matteo Dorigo.

Formato: epub (400 kb) e pdf (1500 kb). 26 pagine.
Acquistando il libro è possibile scaricare entrambi i formati.

 

carrello Se preferisci leggere su carta, acquista il libro su Amazon, per consegna in pochi giorni.

 

Altri contributi all’argomento sociale su mnamon.

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This