Rocco Gullace

Rocco Gullace è nato a Varapodio (Reggio Calabria), ma vive e lavora a Bologna dal 1995.
Padre esemplare e marito dolce e gentile, ha superato l’esperienza del carcere, che racconta in questo libro, grazie all’amore e alla forza che gli ha dato la sua famiglia.
“Come farina bianca” è la sua prima opera letteraria, scritta per svelare la malagiustizia in Italia.
In una recente intervista ha dichiarato che proseguirà la narrazione di quanto gli è successo,
per “potere aiutare altre persone sfortunate”, che non hanno la possibilità di pagarsi un avvocato, perché “come ben sapete, appena si avvicina un legale ci vogliono dei “soldini”… e allora sono condannati a prendere il “marchio” di quello che gli viene inflitto a vita, rovinando per sempre la loro esistenza e quella delle loro famiglie”.
Questo libro parla della malagiustizia Italiana e delle persone innocenti, costrette come vermi in celle di 2 metri x 3, senza libertà di parola… che possono dichiarare solamente “ciò che Loro, gli Avvocati dello Stato, si vogliono sentire dire”.

Thumbnail

Rocco Gullace è nato a Varapodio (Reggio Calabria), ma vive e lavora a Bologna dal 1995.
Padre esemplare e marito dolce e gentile, ha superato l’esperienza del carcere, che racconta in questo libro, grazie all’amore e alla forza che gli ha dato la sua famiglia.
“Come farina bianca” è la sua prima opera letteraria, scritta per svelare la malagiustizia in Italia.
In una recente intervista ha dichiarato che proseguirà la narrazione di quanto gli è successo,
per “potere aiutare altre persone sfortunate”, che non hanno la possibilità di pagarsi un avvocato, perché “come ben sapete, appena si avvicina un legale ci vogliono dei “soldini”… e allora sono condannati a prendere il “marchio” di quello che gli viene inflitto a vita, rovinando per sempre la loro esistenza e quella delle loro famiglie”.
Questo libro parla della malagiustizia Italiana e delle persone innocenti, costrette come vermi in celle di 2 metri x 3, senza libertà di parola… che possono dichiarare solamente “ciò che Loro, gli Avvocati dello Stato, si vogliono sentire dire”.

Visualizzazione del risultato

Pin It on Pinterest

Share This