Emanuela Castelli

Nata a Monza nel 1966 da padre bresciano e madre greca, trascorre serenamente infanzia e adolescenza sperimentando man mano la piacevolezza della lettura durante i ripetuti viaggi estivi verso l’isola di Creta, sua seconda terra, a cui resta molto legata.
Frequenta la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, ma non si laurea, malgrado le manchino pochi esami al termine degli studi.

Si sente inesorabilmente attirata del mondo dei viaggi e del turismo quindi si specializza in tal senso e inizia a lavorare . Oltre ai viaggi, ama la lettura, i gialli in special modo, la musica, come colonna sonora degli stati d’animo, e la natura più incontaminata.
La fantasia la raggiunge spesso quando dorme e si esprime al massimo attraverso i sogni. Come quello da cui trae spunto questa storia ‘fantastica’.

Thumbnail

Nata a Monza nel 1966 da padre bresciano e madre greca, trascorre serenamente infanzia e adolescenza sperimentando man mano la piacevolezza della lettura durante i ripetuti viaggi estivi verso l’isola di Creta, sua seconda terra, a cui resta molto legata.
Frequenta la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, ma non si laurea, malgrado le manchino pochi esami al termine degli studi.

Si sente inesorabilmente attirata del mondo dei viaggi e del turismo quindi si specializza in tal senso e inizia a lavorare . Oltre ai viaggi, ama la lettura, i gialli in special modo, la musica, come colonna sonora degli stati d’animo, e la natura più incontaminata.
La fantasia la raggiunge spesso quando dorme e si esprime al massimo attraverso i sogni. Come quello da cui trae spunto questa storia ‘fantastica’.

Visualizzazione del risultato

Pin It on Pinterest

Share This