Vai al contenuto

Visualizzazione del risultato

Sergio Agnisetta

Sergio Agnisetta era medico, primario di medicina dell’ospedale di Omegna per molti anni, già professore presso le università di Cagliari e di Siena (aveva abbandonato la carriera accademica per non sottostare alle logiche dei baroni), oltre che scienziato e ricercatore: in Sardegna era stato tra gli scopritori delle cause del favismo.

Ma era anche molte altre cose: eccellente fotografo, alpinista e sciatore, e insegnante per vocazione, sia rivolto agli studenti di medicina, sia ai giovani che volevano apprendere l’arte della vela; era un grande velista, vincitore di numerosissime regate e titoli nella classe Snipe (Beccaccino); era infine, per istinto, un formidabile disegnatore e caricaturista, tant’è che, penso io, se non avesse fatto il medico, sarebbe potuto diventare un artista del fumetto.

Sergio Agnisetta era medico, primario di medicina dell’ospedale di Omegna per molti anni, già professore presso le università di Cagliari e di Siena (aveva abbandonato la carriera accademica per non sottostare alle logiche dei baroni), oltre che scienziato e ricercatore: in Sardegna era stato tra gli scopritori delle cause del favismo.

Ma era anche molte altre cose: eccellente fotografo, alpinista e sciatore, e insegnante per vocazione, sia rivolto agli studenti di medicina, sia ai giovani che volevano apprendere l’arte della vela; era un grande velista, vincitore di numerosissime regate e titoli nella classe Snipe (Beccaccino); era infine, per istinto, un formidabile disegnatore e caricaturista, tant’è che, penso io, se non avesse fatto il medico, sarebbe potuto diventare un artista del fumetto.