Le regole del marketing editoriale per la promozione di pubblicazioni indipendenti

Un autore (ancora) sconosciuto riesce a pubblicare la propria opera, ebook o libro cartaceo che sia. Ora si tratta di promuoverlo e venderlo. Vediamo quali sono le regole, le tecniche, le tattiche e le strategie per sfruttare al meglio le opportunità che il web offre per vendere online un ebook o un libro cartaceo. Cerchiamo gli strumenti per diffondere un opera, letteraria o saggistica. Analizzeremo i passaggi necessari per fare del tuo libro un successo!

Il Marketing online del libro:

Parliamo, quindi, di “Una libreria che cresce e ha molti libri”.

glifi

Mnamon: un editore indipendente per autori indipendenti

Mnamon è cresciuto e ha molti libri

concetto di ebook nell'articolo di mnamon sul marketingLa nostra attività si è concretizzata su due principali direzioni.

La prima è la pubblicazione di e-book, all’inizio, ora di e-book e libri. Abbiamo dato visibilità ad autori che già si erano affacciati nel mondo del libro. Ma abbiamo pubblicato anche gli altri. Quelli cioè che non avevano trovato uno sbocco per mettere in luce la propria passione per la scrittura e l’opera a lungo meditata e poi scritta. Un centinaio sono gli autori, oltre 300 le opere pubblicate in digitale o su carta o, ultimamente, in audiolibro.

La seconda attività è la messa in vendita di queste opere, sul nostro sito e su tutte le librerie online, in Italia ma anche all’estero. Per l’attività di vendita ci siamo anche dati da fare per promuovere autori e libri, attraverso numerosissime iniziative e una presenza costante sul web.
Non abbiamo finora fatto differenze sostanziali tra un autore e l’altro, cercando di dare la stessa visibilità a tutti. Ogni giorno promuoviamo diversi libri, scadenziandoli per consentire a tutti di essere ben visibili online.
Ebbene, non è più possibile. I libri sono molti, alcuni, è un dato obiettivo oltre che ovvio, più richiesti di altri.

Ci siamo chiesti: visto che non possiamo star dietro a tutti allo stesso modo,

affissione pubblicitaria nell'articlo sul marketing

Come possiamo operare per mettere in atto una promozione selettiva?
Quale criterio adottare nello spingere di più un libro invece di un altro?

Facciamo dunque un breve viaggio nelle strategie di marketing online del libro.

glifi

La rete, altrimenti detta web, è come una grande libreria

Immaginiamo un edificio di quattro piani con kilometri di scaffali e in questi scaffali ci sono i libri

palazzo libreria nell'articolo su marketing del libro

scaffalature amazon per articolo marketing online

Uno dei tanti magazzini di Amazon con le lunghissime scaffalature ricolme di libri

I volumi sono milioni ed ogni giorno se ne aggiungono migliaia.
Ovviamente c’è un criterio di posizionamento dei volumi. Alcuni libri sono catalogati secondo categorie d’interesse, altri nello scaffale attualità o ultimi arrivi.
Alcuni, purtroppo, finiscono in una categoria sbagliata e, a meno di una specifica ricerca, nessuno li vede più.
Negli scaffali, alcuni sono posizionati con la copertina ben visibile, altri sono “di taglio” ed è possibile leggere solo il titolo. Logico che quelli con la copertina evidente, se questa è attraente, hanno più probabilità di essere acquistati.

L’edificio è affacciato su una strada di traffico, dove passa molta gente. Le vetrine accolgono un certo numero di libri. Sono quelli più sostenuti dalla pubblicità televisiva o che sono all’attenzione della gente per motivi diversi. Per esempio l’essere stato scritto da un autore già noto al pubblico o l’essere in cima alla classifica delle vendite.copertina libro culturismo come esempio di marketing online

Vi è poi il trucco di metterne un certo numero accanto alle casse. Le persone sono in coda e sono preda di curiosità, vedendo quei libri che prima non avevano visto da nessun’altra parte.

Dunque i libri che avranno più possibilità di essere acquistati e quindi letti sono quelli in vetrina o accanto alla cassa.

Sorge allora spontanea una domanda nella mente degli autori meno famosi. Coloro cioè che hanno scritto un libro valido, con una bella storia, o un saggio con argomenti importanti e convincenti.

Sono riuscito a pubblicare il mio libro: come faccio a farlo conoscere? Come posso riuscire a far sì che il lettore “incappi” nella mia copertina e la trovi stimolante. Di conseguenza legga la mia sinossi che, insieme all’editore, abbiamo scritto con tanta attenzione, e la trovi di suo gradimento. E alla fine, “urrah”, decida di acquistare il mio libro. Quali azioni ed iniziative posso intraprendere invece di starmene ad aspettare che il fato si incarichi di far balzare miracolosamente la mia opera davanti a quella persona, che sta passando alla ricerca di un libro con il quale trascorrere le prossime ore?

Sono tutte domande da un milione di euro, sulle quali si sono arrovellati e scornati fior di professionisti di marketing, di agenti librari e di editori, oltre che, ovvio, degli autori stessi.

Se esistono, ed esistono, risposte, lo vedremo.

glifi

I fattori di vendita di un libro ed il marketing

(Libera traduzione di Mnamon dell’articolo di Joel Friedlander, the proprietor of Marin Bookworks)

Il segreto per vendere è semplicemente e sinteticamente espresso. Comunicare il messaggio del tuo libro ad un’audience vasta, attraverso canali diversi e in un certo periodo di tempo

Ci sono ovviamente altre cose che giocano a favore del libro. Ma non devi sottostimare il tempo e gli sforzi da dedicare a diffondere la notizia, far crescere il tuo nome, convertire i lettori in fan.

Parlando in generale, ci sono due modi per scrivere e vendere un libro.

  1. Scrivi il libro, probabilmente dedicandogli mesi o anni. Lo ripulisci per bene da errori e ridondanze. Finalmente trovi il modo di pubblicarlo e a questo punto ti chiedi “Come faccio a venderlo?
  2. Oppure, in alternativa, hai l’idea del libro e trovi il modo di testare l’idea, se è giusta o no, preferibilmente con persone che potrebbero essere interessate all’acquisto. Usi il loro feedback per rimodellarlo e renderlo confacente alle loro richieste. Finalmente lo scrivi e lo pubblichi e a questo punto ti chiedi “Come faccio a venderlo?

bancherelle libri nell'articolo sul marketing

Come vedi, alla fine il problema non cambia, anche se il secondo approccio appare più professionale e meglio posizionato in partenza.

parola marketing a mosaico

La risposta alla domanda sta nel Marketing del libro, costituito da diverse aree di approccio, che qui esamineremo sinteticamente.

  • Perché un libro si vende… ed altri no?
    scritta best-seller nell'articolo sul marketingNon c’è rimedio: se il libro è valido, l’investimento nel marketing si ripagherà presto. Chi lo comprerà ed apprezzerà sarà lieto di comunicarlo ad altri e renderlo così viralmente appetibile.
    Quindi poniamoci l’altra domanda: perché un libro è valido?
    Ecco alcuni motivi.
    – Contiene informazioni uniche, che non possono trovarsi altrove e che ai lettori interessano.
    – Risolve dei problemi che molti hanno.
    – Contiene una storia che intriga e diverte.
    – L’autore è una celebrità, quindi ottiene il passaparola sulla bontà del libro.
  • Il marketing è comunicazione, la vendita è transazione
    Non facciamo confusione tra vendita e marketing. La prima è una transazione, l’acquisto di un prodotto da chi lo vende; il secondo è comunicazione, il far sapere che un oggetto esiste e serve, quindi bisogna comprarlo.

Quindi che cosa devi fare per vendere e per essere felice, come Pamuk che vende milioni di copie?

Pamuk nell'articolo sul marketing

  1. identifica la tua audience, vale a dire coloro che sono potenzialmente interessati al contenuto del libro.
    – parla loro con il linguaggio e la terminologia che usano su quell’argomento.
    – cerca di far capire come il tuo approccio possa arrecare loro un vantaggio ed una soddisfazione, cioè comunica loro come saranno informati o intrattenuti o formati dal tuo modo di trattare l’argomento.
    – infine, verifica se tutto questo ha modificato il tuo approccio a quell’argomento e, se sì, ricomincia da capo nell’identificazione dell’audience.
  2. crea il tuo piano di marketing.
    È questo un aspetto importante, che ad alcuni provoca un non lieve malessere.
    – capisci la tua nicchia di mercato, dove cioè il tuo libro si posiziona meglio: può essere una nicchia ristretta, all’interno della quale però potresti avere un gran successo.
    – nella tua nicchia, capisci dove il tuo pubblico tende a ritrovarsi, se online o offline, il tipo di libri che acquista e cosa lo motiva ad approfondire certi soggetti.
    Questi elementi formano la base del tuo piano di marketing e vanno tradotti in attività che, passo dopo passo, dovrai completare per massimizzare il contatto con i tuoi lettori.
  3. Stabilisci degli obiettivi.
    È la parte più difficile, ma ahimè necessaria. Se infatti non sai dove andare, non saprai mai se e quando sei arrivato.
    – quanto venderai e quanto incasserai per la vendita dei tuoi libri?
    – quanti lettori? qui l’incasso è meno importante della notorietà.
    – quando diventerai un nome noto in quel settore?
    – quante persone dovrai persuadere perché diventino canali dei tuoi messaggi? (social network, siti diversi, stampa, eccetera).
  4. Misura i risultati.
    Non è solo il numero dei libri che venderai, ma le conseguenze di tutti gli obiettivi che ti eri prefissato. Individua quindi i canali che ti daranno il livello di raggiungimento di ogni obiettivo. Vale a dire il numero di libri venduti, quante volte sei citato nei blog o nei social e quante è citato il tuo libro, quanti ti scrivono, eccetera.

Prima di chiudere vorrei toccare un paio di punti chiave, direi macroscopici, da dare teoricamente per scontati, che invece gli autori spesso trascurano.piatti tipici

Tieni in mente che vanno evitati difetti nel libro. Un libro poco costruito, non curato nella scrittura, difficile da leggere, imbarazzante nella costruzione, ben difficilmente troverà rispondenza tra i lettori E mai raggiungerà il successo.

Pertanto, prima di vedere frustrati i tuoi sforzi di marketing, assicurati di fare un buon editing, di curare la pubblicazione e di avere una copertina accattivante.

Ricordati: il primo e più importante elemento di tutti gli approcci del marketing del tuo libro… è il tuo libro!

glifi

Ma quanto mi costi?

Abbiamo finora parlato di marketing senza toccare l’argomento del budget, cioè dello sforzo economico da prevedere e del meritato ritorno dell’investimento.

Tutto quanto visto può essere svolto direttamente da te, senza o quasi senza spese, ma richiede tempo ed impegno.

In particolare, il coinvolgimento nei social media, vale a dire Facebook, Twitter, Tumblr, Pinterest, Google+, eccetera (ce ne sono almeno un’altra decina) è teoricamente senza costi, a fronte però di un impegno personale di diverse ore giornaliere.

È pertanto evidente che l’immissione di un minimo di risorse economiche non può che giovare. Occorre assicurare continuità e tempestività delle iniziative e delle azioni che garantiscono il raggiungimento dei risultati.

In conclusione non sappiamo come ti classificherai,

logo premio strega nell'articolo sul marketing

ma certamente sarai più soddisfatto di te come scrittore

 

Devi sentirti pronto a dedicarti anima e corpo al tuo libro, averlo scritto non basta, sarà molto difficile che si venda da solo…

glifi

Maria Murnane chi era costei?

Farsi vedere, il segreto per “correre il rischio” di essere acquistati

copertina con donna sdraiata sullo sfondo di finestra con grattacieliNavigando in rete in cerca di un libro da leggere, potreste imbattervi in Maria Murnane, anzi, di certo qualcuno la conosce già.

Chi è costei? Cosa fa? È interessante? Perché dovremmo saperne di più?
Maria è una scrittrice di libri romantici, i cosiddeti romanzi rosa, ed attualmente ha raggiunto una buona notorietà, ma all’inizio non era per niente conosciuta.

All’epoca del suo primo romanzo si è posta la solita difficile domanda: come faccio a vendere?
La fantasia non le mancava, la creatività neanche, così come il comune senso del marketing e, non ultimo, una gran voglia di impegnarsi per emergere.

Ecco alcune delle cose che ha fatto per farsi conoscere:

  • ha inviato il suo libro alle boutique per donna più in vista a San Francisco, città dove si svolge la sua trama, chiedendo ed ottenendo che il libro venisse esposto in vetrina
  • donna seduta pensosa a sedia scrivaniaha inviato 15 copie firmate a 15 presidentesse di università, chiedendo di essere invitata a un reading per gli studenti
  • ha stampato migliaia di biglietti da visita, con la copertina sul fronte e una dedica sul retro, con l’indirizzo del sito del libro e la sua e-mail
  • ha creato un profilo Facebook con il nome di Waverly, la protagonista. Ha postato con regolarità gli episodi imbarazzanti da lei vissuti, i contrattempi, le richieste di consigli, eccetera, Si è creata molti amici, suscitando numerosi commenti
  • lo stesso per twitter, descrivendo in breve i momenti dell’esistenza della protagonista
  • non sto a descrivere altri espedienti, meno usuali per la mentalità italiana, ma compatibili con il mercato dei giovani americani.

Risultato? Migliaia di lettori e… una nuova professione. Infatti Maria ha messo a punto la sua esperienza ed ora aiuta scrittori emergenti a mettere il proprio libro in evidenza. Ma non ha smesso di pubblicare e di promuovere i suoi libri, che volano ormai sulle ali del succeso.

Maria dice:

Definire chi è il tuo lettore potenziale e promuovere un libro, non è qualcosa che puoi cancellare dalla lista delle cose da fare, ma è qualcosa alla quale devi lavorare ogni singolo giorno… oppure trovare chi lo può fare al tuo posto.


Realizzare la propria pubblicità sta alla base della vendita.

Ed eccola, finalmente, Maria. Così, se la incontrate per strada, potete chiederle qualche consiglio.

fotografia ritratto di bella donna bruna

glifi

I NUMERI

Ogni anno oltre 1 milione di libri in circolazione

disegno di barca con rematore che naviga in un mare di libri

Sognare è lecito, anzi, doveroso

centinaia di €Ho scritto un libro, sarà un successo, ne verranno venduti milioni di copie e diventerò ricco e famoso. Magari ne fanno anche un film, o un grande serial televisivo, e giù diritti d’autore, il mio conto corrente si riempirà anche di notte, mentre dormo… eccetera.

Dite la verità. Ciascuno di voi, scrittori più o meno in erba, dopo aver terminato di scrivere l’ultima pagina del suo libro, ha fatto, più o meno segretamente, questi pensieri. Forse un po’ meno esagerati… o di più?

Ma erano giustificati? Su quali presunzioni si basavano? Il libro poteva anche essere un bel libro, piacevole da leggere, con una trama coinvolgente. Ma bastava?

Proviamo a dare un po’ di numeri.

Nel 2015 i libri in circolazione, vale a dire quelli tra i quali il lettore si orientava per l’acquisto, erano più di un milione. Ogni giorno in Italia, nel 2015, sono mediamente usciti 1700 libri. I lettori in Italia sono calati, dal 43 al 41 % della popolazione.

Il fatturato è invece aumentato, cioè il lettore ha acquistato più libri. Ma quali libri? Solo i primi libri della classifica fanno la gran parte delle vendite mentre agli altri rimangono le briciole. Inoltre anche nel libro si manifesta il fenomeno della moda: il libro rimane in classifica per poche settimane, dopo di che ne arriva un altro “più fresco” a soppiantarlo. Non esiste praticamente più il passaparola, che fa crescere lentamente un libro nel mercato. Cresce subito o niente!

Non vorremmo dare l’impressione di fare del terrorismo librario, di tirar fuori solo i dati negativi. Via, logico che vi sono anche le note melodiose e che alcuni libri riescono a raggiugere un buon successo! Che autori fino a ieri sconosciuti assurgono alla vetta delle pagine dedicate alla letteratura o vengono additati come la realtà o la promessa del futuro.

Puoi anche leggere:
http://www.ilpost.it/2016/01/18/2015-un-milione-libri-commercio/
http://www.ilpost.it/2015/10/01/classifiche-libri/

Dunque? Non dobbiamo rassegnarci all’anonimato! A restare nell’ombra, noi e la nostra opera sofferta, che ci è costata impegno e fatica. Dobbiamo puntare ad essere proprio tra quelli che riscono a raggiungere un buon successo.

glifi

Pubblicare un libro: riepiloghiamo

Abbiamo cominciato questa chiacchierata rendendoci conto del numero imponente di libri che si riversano sul mercato. Un’ondata che non permette di distinguere quanto di realmente valido ci sia e quali tra di essi valgano veramente la pena di essere letti.
Abbiamo anche detto che Mnamon, a causa del crescente numero di libri pubblicati, non riesce più a dare la visibilità che vorrebbe a ciascuno degli autori. Si impone una selezione delle opere.
Abbiamo parlato di marketing e delle regole che ne stanno alla base ed abbiamo ripreso i numeri, questa volta in cifre, per confermare i ragionamenti fatti.

Ed ora ci chiediamo:
Dunque? Cosa possiamo fare per superare quella sensazione sgradevole di non essere al centro, ma forse neanche in periferia, dell’attenzione del mercato? di quell’apprezzamento da parte dei lettori sul quale non solo facevamo affidamento, ma avevamo la certezza che sarebbe arrivato a premiare le nostre fatiche di scrittori?

La parola magica è stata individuata ed è il marketing e vanno individuate le strategie di marketing online del libro

Ci sono arrivati spunti interessanti, affinché ciascuno possa agire per suo conto. Facciamo tesoro dei consigli che sono venuti dagli esperti: impegno, in primis, individuazione degli obiettivi e continuità nelle azioni di marketing.
Ma se siete impegnati, come lo sono tutti, nel vostro lavoro, non avete tempo o vi sentiti insicuri sulla vostra capacità di portare avanti tutto quel lavoro, non demordete.

Mnamon mette a disposizione gli strumenti che entrano proprio nel centro di quelle azioni di marketing e li fa funzionare al vostro posto.

Pormozione sul sito:
Libri in primo piano (il grosso banner in Home page): sono disponibili tre posizioni molto evidenti. Vi è poi il box delle ultime uscite, riservato per l’appunto alle ultime uscite, e sono posizioni di default.
Seguono altri box / sezioni di evidenza dei libri per categoria. All’interno di queste sono disponibili 10 posizioni a scorrimento per ciascuna.
Mnamon è presente nei principali Social Network, con post dedicati ai libri.
La newsletter di Mnamon è dedicata alle ultime pubblicazioni uscite. Ha una frequenza mensile e riporta tutte le novità che vengono pubblicate da Mnamon. In essa vengono anche segnalati gli eventi che gli autori organizzano per presentare le loro opere.

Ricordiamo inoltre che per apparire in modo efficace è opportuno avere materiale stuzzicante, in aggiunta alla semplice copertina ed alla sinossi. Mnamon offre diverse opportunità:

VIDEO TRAILER
VIDEO INTERVISTA ALL’AUTORE
SITO BUKBOOK DEDICATO

Per quegli autori che desiderano avvalersi dei nostri servizi optional, possiamo avviare una proposta complessiva, su misura per gli obiettivi di ciascuno.

Se vuoi pubblicare e promuovere il tuo libro, vedi l’offerta Mnamon

Pin It on Pinterest

Share This