L’Ancora e la Fenice

Autore:

Descrizione

Filosofia del ricordo, attraverso cui si snoda tutta la dialettica della propria esistenza.

Il passato che rivive

Pillole di vita

Dal ricordo emerge il senso, del proprio esistere nonché del proprio appreso.

Non è una storia, non è una doppia biografia né un saggio di Filosofia o delle emozioni! Forse ne sembra la sintesi ma non pretende di esserlo. Per la prima volta ho iniziato a scrivere proprio con l’intento di farlo per davvero, allorché ne ho avuta chiara in mente la struttura.

Il testo parte da un evento ben preciso che ha scatenato come una sorta di sublimazione della rabbia e tutto è divenuto scorrevole, scritto di getto, sulla cresta dell’impeto; ma anche del furore per aver constatato l’abbattimento della propria casa d’infanzia, enorme e maestosa, poiché “abitare” significa “essere”, ma anche “pensare”.

Sicché tutta la struttura muove da tracce monotematiche, pillole di vita attraverso cui prende forma la mia stessa biografia e quella del mio mentore, il mio primo Socrate!

Lo stile cambia in base al tema di ogni tratto monotematico: sovente narrativo, talvolta filosofico, altre volte psico-pedagogico, certe altre è il mentore stesso che scrive e insegna ancora attraverso il ricordo della sottoscritta o i suoi stessi appunti calligrafici, datati anni ’50. Di tanto in tanto fa capolino la bambina che ritorna, con le sue domande e i suoi “perché”, segno vivace di uno smisurato interesse a “vedere dentro” le cose.

Le “pillole di vita” non pretendono perciò di insegnare alcunché se non che si tratti di eventi reali ed insegnamenti realmente appresi da chi scrive e, per ciò stesso, donati.

Ma i doni siffatti non possono essere trattenuti, vanno ri-donati!

Vanno ricordati!

Occorre quindi, ricordarsi di non dimenticare che è, in fondo, come ritornare bambini!

Maria R. Daniele

Una figura preminente

Il libro si svolge intorno alla figura centrale dello zio Guerriero, primo Cappellano Capo della Marina Militare, congedato nel 1969.

Il suo ricordo, con grande rispettoso amore, dà luogo a numerose piccole – grandi riflessioni sulla vita, sulle persone, su sé stessi che rappresentano nell’insieme un “pensiero”.

Il racconto è permeato da una religiosità non bigotta, usata per leggere le righe dell’esistenza, con l’ambizione di interpretarle.

La lettura scorre piacevole tra i numerosi episodi di vita che delineano le vicissitudini di un’epoca.

Libro: tascabile, 80 pagine.
eBook: epub (340 kb).

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This