Seconda parte dell’intervista: Marisa Castelli e gli acquerelli

Nell’intevista Marisa Castelli, artista e scrittrice, parla del suo impegno nella letteratura e nell’arte. In questa secona parte si concentra sull’arte,

Castelli è impegnata con Quantarte, l’Associazione dei pittori ossolani. È lei stessa pittrice con i suoi acquerelli, alcuni dei quali sono fotografati nel video.

Dopo aver parlato, nella 1a parte, di sè e delle sue esperienze di scrittrice, in particolare del romanzo Mosaico, in questa seconda parte si sofferma sull’altra grande passione, la pittura, in particolare gli acquerelli.
La sua tecnica prevede l’insistenza della pennellata di colore, in modo da ravvivare vieppiù la tonalità. Normalmente infatti l’acquerello si distingue per una certa evanescenza. I suoi colori sono più tenui, quasi trasparenti. Castelli al contrario ottiene immagini vivide. Non è raro domandarsi se si tratta di un acrilico o di un olio: sono invece acquerelli.

 

Si ricorda che Quantarte organizza annualmente il Concorso di poesia a temi. Ormai è giunto alla nona edizione. Su quest sito le antologie dele precedenti: 201220142015.

Per gli interessati al libro, Mosaico è in vendita come e-book in mnamon.it, libro in Amazon e audiolibro in Audible.

Pin It on Pinterest

Share This