Giuseppe De Renzi

Medico Microbiologo, ha 47 anni. Originario del Sud Pontino (Basso Lazio), vive a Torino dal 1994. É sposato e ha due figlie.

Il suo primo racconto, Circolo Vizioso, appare nel ’91 su una rivista di Pescara.
Nel 92′ un secondo racconto, Il dono, viene pubblicato sulla rivista del “Club degli Autori”.
Arrivato a Torino collabora con la neonata rivista “Inedito”, dove pubblica il racconto Amori Virtuali firmato sotto pseudonimo.
Terminata l’esperienza della rivista Inedito, comincia la stesura di diverse opere di narrativa a sfondo storico.

Dall’esperienza come scacchista agonista, nel 2010 scrive un testo teatrale, Nero su Bianco, che viene rappresentato in vari eventi a scopo di beneficenza (tra gli altri, Telethon).
Un altro testo di teatro – Parabola di un quasi scrittore – arriva in finale nel Premio Inedito – città di Chieri. Entrambi i testi sono e-book su Mnamon.

Ha anche pubblicato, sempre con Mnamon, “L’ultimo naufragio del Generale”, “Il voto”, “All’ombra della grazia”, “Il venditore di fiori”, “La bellezza macchiata del rosso”, “A peso d’oro” (in italiano ed in inglese), “Equinozio di Primavera”.
Ha scritto a quattro mani: “La lavatrice di Cleva” e “Realitas” insieme a Roberta Franz; “Vita è” con Antonino Barcellona.

Insieme a Graziano Di Benedetto e a Marco Dibenedetto, tiene a Torino un Corso di scrittura: guarda il video di presentazione.

Guarda l’intervista a Giuseppe De Renzi con Graziano Di Benedetto.
Leggi una recente intervista su Recensioni librarie.

Thumbnail

Medico Microbiologo, ha 47 anni. Originario del Sud Pontino (Basso Lazio), vive a Torino dal 1994. É sposato e ha due figlie.

Il suo primo racconto, Circolo Vizioso, appare nel ’91 su una rivista di Pescara.
Nel 92′ un secondo racconto, Il dono, viene pubblicato sulla rivista del “Club degli Autori”.
Arrivato a Torino collabora con la neonata rivista “Inedito”, dove pubblica il racconto Amori Virtuali firmato sotto pseudonimo.
Terminata l’esperienza della rivista Inedito, comincia la stesura di diverse opere di narrativa a sfondo storico.

Dall’esperienza come scacchista agonista, nel 2010 scrive un testo teatrale, Nero su Bianco, che viene rappresentato in vari eventi a scopo di beneficenza (tra gli altri, Telethon).
Un altro testo di teatro – Parabola di un quasi scrittore – arriva in finale nel Premio Inedito – città di Chieri. Entrambi i testi sono e-book su Mnamon.

Ha anche pubblicato, sempre con Mnamon, “L’ultimo naufragio del Generale”, “Il voto”, “All’ombra della grazia”, “Il venditore di fiori”, “La bellezza macchiata del rosso”, “A peso d’oro” (in italiano ed in inglese), “Equinozio di Primavera”.
Ha scritto a quattro mani: “La lavatrice di Cleva” e “Realitas” insieme a Roberta Franz; “Vita è” con Antonino Barcellona.

Insieme a Graziano Di Benedetto e a Marco Dibenedetto, tiene a Torino un Corso di scrittura: guarda il video di presentazione.

Guarda l’intervista a Giuseppe De Renzi con Graziano Di Benedetto.
Leggi una recente intervista su Recensioni librarie.

Visualizzazione di tutti i 5 risultati

Pin It on Pinterest

Share This