La Linea Gustav e la battaglia di Santa Maria Infante

Autore:

0,00

Raccolta degli interventi al Convegno dell’ottobre 2014

Descrizione

Diciassette volte presa dalle forze Alleate e diciassette volte ripresa dai Tedeschi … basterebbe solo questo dato tramandato dalle cronache ufficiali a far comprendere l’enorme peso del martirio di Santa Maria Infante, la cui unica “colpa” era di essere ubicata proprio sulla Linea Gustav in una posizione strategica da conquistare o difendere a qualsiasi costo…
Nella tarda serata dell’ undici maggio 1944 gli Alleati aprirono il fuoco di sbarramento di artiglieria, uno dei più intensi che la storia ricordi. Cominciò la battaglia. Le cronache raccontano che le forze naziste bombardavano tenacemente e mortalmente i martoriati luoghi con cannoni semoventi da Spigno e con cannoni a calibro pesante da Ausonia. Un massacro, da una parte e dall’altra. Tre giorni di cruenta battaglia, con le posizioni perdute ed immediatamente riguadagnate. Nella mattinata del 14 maggio Santa Maria Infante fu definitivamente e integralmente occupata, dopo sessanta ore di battaglia.

Il Convegno, realizzato a cura del Comitato Premio Dragut, ripercorre attraverso le parole e le immagini quei drammatici giorni, con un omaggio alle vittime civili e militari che numerosissime si contarono al termine della battaglia.

Formato: epub (2,3 Mb) con immagini – 70 pagine.

Telegolfo intervista Giuseppe De Renzi, Comitato Premio Dragut (estratto) de renzi

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This