Vai al contenuto

L’ultimo bacio

-

Poesie di Matteo Cilla scritte per un padre che non è più e per tutti gli amori che sono la felicità di vivere

Poesie per il padre

L’ultimo bacio” – che dà il nome alla presente raccolta – trova spiegazione nella Prefazione dello stesso autore: “… non è una vera poesia, ma è la lettera scritta pochi minuti dopo la morte di mio padre e subito dopo messa in una tasca della sua giacca. La lettera (scritta di getto, senza alcuna modifica successiva) è scaturita dal desiderio di salutarlo l’ultima volta e per sempre, con le lacrime agli occhi e le emozioni che traboccavano dal cuore mentre, stranamente, la mente restava lucida ai ricordi del passato dominato dall’amore, dato e soprattutto ricevuto.

Le emozioni, coinvolgenti e pur controllate, delineano la forza matura dell’uomo ancor prima della lucidità del poeta.

Nei versi delle restanti opere si scorge – come sempre – il vissuto di un poeta che fa dei propri dubbi le migliori certezze, perennemente impegnato nell’esplorazione dell’animo umano, alla ricerca di una realtà esistenziale che nella normalità del quotidiano realizza la messa a fuoco del vero eroismo.

Non mancano, com’è tradizione nelle liriche di Cilla, né l’impegno sociale e pedagogico e neppure i versi carichi d’amore, sacro o profano che sia; il resto è limpidezza descrittiva, mirante a illuminare l’anima di chi vuole riflettere, riempire gli occhi di chi vuole bearsi nell’infinito e donare serenità a chi vuole solo rifuggire dal quotidiano ansiogeno di una vita frenetica.

 

Autore molisano

Matteo Cilla vive a Termoli. In questa città, sua di adozione, ha lavorato e ricoperto cariche politiche.

 

Formati

Tascabile (A5): 204 pagine

ebook: epub (677 kb)

Ti potrebbe interessare…