/public_html/wp-content/themes/Divi/header.php,12153,1571230782000

Giovanni Agresti

Giovanni Agresti (Pescara, 1973). Professore Ordinario di Scienze del linguaggio all’Université Bordeaux Montaigne (France) e Professore Associato (abilitato Ordinario) di Linguistica francese all’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è il fondatore nel 2008 dell’Associazione LEM-Italia (Lingue d’Europa e del Mediterraneo). Dal 2016 è il delegato per l’Italia de La Renaissance Française, dal 2018 è il Presidente della Rete internazionale POCLANDE (Populations, Cultures, Langues et Développement) che ha contribuito a fondare ad Accra (Ghana) lo stesso anno. Si interessa da circa venticinque anni di diversità linguistica e della sua valorizzazione. Nel 2007 ha iniziato, all’Università degli Studi di Teramo, la conferenza internazionale annuale Giornate dei Diritti Linguistici (GDL), divenuta nel 2015 il Primo Congresso mondiale dei diritti linguistici. Dirige diverse collane scientifiche e ha pubblicato numerose monografie e articoli, principalmente nei campi della sociolinguistica, della linguistica francese, dei diritti e delle politiche linguistiche e di quella che ha battezzato la “linguistica dello sviluppo sociale”.

Thumbnail

Giovanni Agresti (Pescara, 1973). Professore Ordinario di Scienze del linguaggio all’Université Bordeaux Montaigne (France) e Professore Associato (abilitato Ordinario) di Linguistica francese all’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è il fondatore nel 2008 dell’Associazione LEM-Italia (Lingue d’Europa e del Mediterraneo). Dal 2016 è il delegato per l’Italia de La Renaissance Française, dal 2018 è il Presidente della Rete internazionale POCLANDE (Populations, Cultures, Langues et Développement) che ha contribuito a fondare ad Accra (Ghana) lo stesso anno. Si interessa da circa venticinque anni di diversità linguistica e della sua valorizzazione. Nel 2007 ha iniziato, all’Università degli Studi di Teramo, la conferenza internazionale annuale Giornate dei Diritti Linguistici (GDL), divenuta nel 2015 il Primo Congresso mondiale dei diritti linguistici. Dirige diverse collane scientifiche e ha pubblicato numerose monografie e articoli, principalmente nei campi della sociolinguistica, della linguistica francese, dei diritti e delle politiche linguistiche e di quella che ha battezzato la “linguistica dello sviluppo sociale”.

Visualizzazione di 2 risultati

Pin It on Pinterest

Share This